Please activate JavaScript!
Please install Adobe Flash Player, click here for download

Kat 17_fr_NEU

1490 1490 Nell’Orphelinat d’Antalaha vivono 36 bambini orfani sotto le cure e la custodia delle suore. Da quando sotto il regime di Rajoelina il sostegno economico da parte dello stato è stato fortemente ridotto, l’orfanotrofio può contare solo sulle offerte. Se si osserva il tutto, si capisce meglio cosa capita qui in piccolo. Molti dei 24 milioni di abitanti del Madagascar vivono in povertà. Secondo l’OMS nemmeno un abitante su due dell’isola ha accesso ad acqua potabile pulita. Il 29% della popolazione non sa né leggere né scrivere. Solo due bambini su tre ricevono un’istruzione scolasti- ca. Un milione e mezzo di bambine e bambini non va a scuola. Sorella Marie-Marthe ci conduce attraverso l’istituzione che è aggregata a una scuola. “Facciamo del nostro meglio! Ma non è mai abbastanza”, sospira. Quello che vediamo ci tocca profondamente. Guardando le bambole e gli orsetti solitari sui letti consunti abbiamo le lacrime agli occhi. Siamo profonda- mente commossi. Questi bambini non hanno avuto la fortuna di essere nati in una vita privilegiata o di essere accolti, dopo la morte dei loro genitori, da una rete sociale. Decidiamo quindi di comprare materassi nuovi in materiale espanso per la stanza da letto e li sostituiamo ai materassi di paglia infestati dai paras- siti. Anche se si tratta solo di una goccia nell’oceano, la gioia è enorme! La cura premurosa delle suore non può nascondere che i bambini vivono in condizioni molto povere. Mancano molte cose che sembrano ovvie nel mondo occidentale: cibo, vestiti,

Sommaire des pages